Crea sito

L’essiccatore per frutta e verdura: un utile elettrodomestico in cucina

Cari lettori,

oggi voglio parlarvi di un elettrodomestico che si è da subito guadagnato il titolo di indispensabile in cucina: l’essiccatore per frutta e verdura.

Chi mi conosce sa che ho una vera e propria passione per gli elettrodomestici e quindi appena ne esce uno nuovo vengo assalita dal bisogno di possederlo; comincio a pensare a quanto potrebbe essermi utile, a quanto faciliterebbe le mie operazioni in cucina e alla fine mi convinco che mi è ASSOLUTAMENTE indispensabile.

essiccatore Tauro Biosec Domus b5

L’essiccatore per frutta e verdura: un utile elettrodomestico in cucina

Per quanto riguarda l’essiccatore devo essere sincera; non mi aveva particolarmente colpito almeno fino a quando nella bacheca FB di un’amica sono apparsi tanti piccoli barattoli pieni di frutta e di verdura essiccata. In quel periodo nel catalogo premi Esselunga c’era proprio l’essiccatore Tauro Biosec Domus B5 e l’offerta era davvero imperdibile: tra punti e contributo la spesa finale ammontava a circa 99,00 euro mentre il prezzo di listino era di € 199,00==. Su Amazon invece si trovava (e si trova ancora) in vendita a € 176,00==. In più, l’essiccatore era corredato di un libro del valore di € 16,00==.

Ho pensato che in ogni caso sarebbe stato un ottimo affare; se anche non mi fossi trovata bene avrei potuto rivenderlo alla stessa cifra. A quel punto l’ho prenotato e dopo pochi giorni è arrivato nella mia cucina; ed è stato subito amore.

Premetto subito che l’essiccatore Tauro è uno dei migliori essiccatori in commercio ma .. ahimè … uno dei più cari; il prezzo può effettivamente spaventare ma vi assicuro che ne vale la pena. Se però non volete spendere così tanto in commercio esistono valide alternative con prezzi molto più bassi. Le prestazioni non saranno ovviamente uguali ma per intraprendere l’avventura nel mondo dell’essiccazione andranno benissimo. Procedendo nella lettura di questo articolo vi farò notare le differenze tra i vari prodotti.

Come è composto l’essiccatore? Di che materiale è fatto?

Il mio essiccatore è realizzato in plastica 100% per alimenti BPA free. E’ 100% Made in Italy. Si presenta come un tunnel delle dimensioni di 27x27x45 cm e al suo interno troviamo 5 cestelli completamente estraibili. La porta dell’essiccatore è di fatto il motore, completamente elettronico, del Biosec; è completamente estraibile e questo rende la pulizia dell’apparecchio molto semplice. E’ un essiccatore a flusso d’aria orizzontale, una caratteristica fondamentale per un’ottima essiccazione.

Ha dei programmi preimpostati? La temperatura è unica o può essere essiccatore programmiimpostata di volta in volta?

Esistono ben 12 programmi automatici di cui 7 preimpostati e 5 da personalizzare. I programmi preimpostati sono pensati per gli utilizzi specifici; si va dal programma Automatico che va bene un po’ per tutto, fino al Silenzioso, il programma pensato per l’utilizzo notturno. Il Biosec non è particolarmente rumoroso ma dovete considerare che una ventola in funzione per svariate ore può essere fastidiosa. Io lo tengo in soffitta quindi non ho problemi; alcuni lo tengono in terrazzo (a patto che sia coperto). Se però lo tenete in cucina, soprattutto nelle ore notturne, questa funzione diventa particolarmente interessante. I programmi sono preimpostati in temperatura e durata quindi, una volta terminato, la macchina entra automaticamente in modalità mantenimento. C’è il programma ideale per essiccare i funghi, quello per la carne secca, il programma crudista e anche quello per la pasta. Se vi spaventano i consumi c’è anche l’Economy, ideale anche quando si hanno tanti elettrodomestici in funzione contemporaneamente.

Ci sono poi 5 programmi da personalizzare; questi hanno preimpostata solo la temperatura che va dai 20° ai 60° e alternano momenti di pieno esercizio a momenti di ventilazione a freddo per una perfetta essiccazione del prodotto.

Che differenza c’è tra essiccatore a flusso orizzontale e a flusso verticale?

Gli essiccatori a flusso orizzontale ricevono l’aria in maniera omogenea e quindi gli alimenti verranno essiccati in modo uniforme. Gli essiccatori più economici di solito hanno il motore in basso e una serie di cestelli uno sopra l’altro. Per un’essiccazione uniforme quindi dovremo necessariamente alternare la posizione dei cestelli intervendo manualmente.

Quanto consuma un essiccatore in cucina?

Questa è la domanda del secolo quando si parla di essiccatori; in effetti i tempi di essiccazione sono piuttosto lunghi e questo può spaventare ma considerando i benefici dell’essiccazione vi renderete ben presto conto che ne vale la spesa. In linea di massima il conto da fare è il seguente: (Potenza dell’essiccatore x tempo di essiccazione) x costo kWh. Se ad esempio il nostro essiccatore lavora ad una potenza media di 500W per 12 ore avremo un consumo stimato di 6 kWh, pari a un costo di €1,20 circa (calcolando un costo medio di 0,20 €/kWh). Questo calcolo è assolutamente approssimativo, giusto per farvi capire il consumo. Diciamo comunque che un essiccatore che lavora a ciclo continuo per 24 h consumerà circa 2,00 euro al giorno.

Cosa è possibile realizzare con l’essiccatore?

chips patate essiccatore Tauro
Chips di patate aromatizzate alla paprika
foglie di cavolo nero essiccate

L’essiccatore si usa solitamente per essiccare la frutta e la verdura;  la frutta essiccata è deliziosa, ed è un ottimo escamotage per dare degli snack salutari per la merenda ai nostri ragazzi. E’ ottima anche la verdura; provate ad esempio ad essiccare fettine di zucchine o delle foglie di cavolo. Avrete delle stuzzicanti chips da servire insieme all’aperitivo. Con l’essiccatore potrete:

  • essiccare le parti della verdura che normalmente sono di scarto; una volta essiccate e ridotte in polvere potranno essere utilizzate per preparare delle ottime vellutate.
  • essiccare grandi quantità di verdura e frutta di stagione; frutta e verdura di stagione sono più saporite e costano poco.
  • avere sempre a disposizione una grande quantità di erbe aromatiche.
  • preparare il dado vegetale in polvere con ingredienti sani e genuini

Non è finita qui! Con un essiccatore a flusso orizzontale potrete anche:

  • preparare delle ottime meringhe; il flusso costante di aria calda le seccherà senza far prendere loro quel brutto colore giallognolo;
  • preparare la confettura seguendo il metodo Morandin; il vantaggio di questo metodo è che la frutta conserva il suo bel colore brillante e non è necessario controllare la cottura costantemente;
  • preparare la frutta candita; io preparo le bucce di arancia candita che utilizzo poi per i dolci;
Mele essiccate e poi ricoperte da cioccolato fondente fuso

Se considerate che grazie all’essiccatore potrete preparare con poca spesa dei bellissimi regali di Natale fai da te, potrete riutilizzare gli scarti che normalmente vengono gettati via ma soprattutto avrete a disposizione cibi sani tutto l’anno, vi renderete ben presto conto della sua utilità!

essiccatore scorze arancia candite uvetta
scorze d’arancia candite e uvetta essiccata

Quanto costa un buon essiccatore per frutta e verdura?

I prezzi degli essiccatori variano notevolmente; già con 35/40,00 euro è possibile acquistare un buon prodotto. Qualche mese fa ho regalato a mio cognato questo essiccatore a marchio Ariete e dopo mesi e mesi di utilizzo devo dire che è davvero soddisfatto. Lo trovate in vendita nei grandi centri commerciali oppure su Amazon collegandovi a questo link.

Ne esistono molti altri di fascia media o medio alta; non avendoli testati personalmente non mi sento di darvi un giudizio obiettivo. Per la mia esperienza con altri prodotti posso comunque consigliarvi, come modelli basici con motore a flusso verticale, marchi come Spice o Severin. Sono ottime marche anche Klarstein o Aicook che hanno recentemente messo sul mercato anche prodotti di fascia medio alta con essiccatori a flusso orizzontale e 9/10 cestelli.

essiccatore frutta verdura Tauro Biosec Domus b5Il mio essiccatore preferito resta comunque il Tauro Biosec Domus B5 che ovviamente mi sento di consigliarvi senza esitazione alcuna; come dicevo all’inizio il prezzo è un po’ alto ma d’altronde la qualità si paga! Su FB esiste un gruppo a lui dedicato dove potrete trovare molte testimonianze, consigli e ricette; il gruppo si chiama Gente che essicca – la community dell’essiccazione. Se invece volete acquistarlo lo trovate sul sito ufficiale oppure su Amazon collegandovi a questo link. Il Domus B5 è un essiccatore perfetto per l’uso domestico, con 5 cestelli; se volete qualcosa di più capiente o più professionale esistono i modelli di fascia superiore.